Venerdì 15 luglio, tra le colline che una volta ospitavano la diga di Begato, nella periferia popolare di Genova, si è svolto il concerto organizzato dall’Orchestra del Teatro Carlo Felice per la Comunità di Sant’Egidio. All’interno del Paladiamante che ha ospitato decine di persone tra amatori, volontari e amici di Sant’Egidio della Valpolcevera ha esordito il primo di otto concerti estivi del Carlo Felice in tutti i municipi della Città. Il ciclo è iniziato a Begato, luogo simbolo del riscatto delle periferie.

L’Orchestra dell'Opera Carlo Felice, diretta con energia da Marco Pierobon, anche solista alla tromba, ha eseguito un programma musicale in omaggio al repertorio del musical dagli anni Trenta ai nostri giorni, con gli arrangiamenti sinfonici firmati da Marco Pierobon di celebri composizioni di George Gershwin, Leonard Bernstein, John Kander e Andrew Lloyd Webber.


"La musica - ha commentato un volontario - è un linguaggio universale, comprensibile a tutti, indipendentemente da grado di istruzione, etnia, religione e ceto sociale. Che unisce, nel segno della cultura e della leggerezza"