"Di fronte alla guerra siamo a mani nude, disarmati. Ma possiamo non farci travolgere dallo tsunami della violenza, dallo tsunami delle armi". Queste le parole del Cardinale Zapalainga durante la presentazione del libro "La mia lotta per la pace", testimonianza del suo impegno per la riconciliazione nella Repubblica Centrafricana, paese in cui una sanguinosa guerra civile aveva provato a strumentalizzare le differenze religiose. Ma assieme al pastore protestante e all'imam di Bangui, il Cardinale ha deciso di lottare contro la guerra, armato solo della parola e della forza del dialogo. Una testimonianza importante quella del Cardinale, in un tempo sempre più segnato dal riarmo e dalla guerra. Il Cardinale Zapalainga ha ringraziato con affetto la Comunità di Sant'Egidio, da anni impegnata nella promozione del dialogo tra le fazioni protagoniste della guerra all'interno del paese.