350 bambini si sono raccolti questo pomeriggio in Galleria Mazzini per un flash mob organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio ricordando l'Ucraina e tutti i paesi in guerra e chiedendo la cessazione immediata del conflitto. Tra loro diversi giovani ucraini e siriani, come Misha, che ha 16 anni e viene da Kiev "so bene che cos'è la guerra - ha spiegato ai bambini - i miei amici hanno vissuto la fine dell'anno scolastico sulle rovine della nostra scuola e ora non hanno neanche da mangiare". E come omaggio all'eroe dei due mondi cita Garibaldi: "rendiamo la guerra qualcosa che appartiene al passato". I bambini hanno colorato Galleria Mazzini con un sit in animatissimo: cori, canti, cartelli colorati "dicono che la pace è un sogno - spiega Chiara, che ha sette anni e frequenta la Scuola della Pace di Sant'Egidio - una cosa da bambini. Ecco il mondo ha bisogno di imparare da noi bambini e proteggere la pace"