La prima DREAM RUN: una corsa per il futuro dell'Africa

Un successo la prima edizione della Dream run a Genova, a sostegno del programma DREAM della Comunità di Sant'Egidio per la lotta all'AIDS e alla malnutrizione in 10 paesi africani. Oltre cinquecento persone: runners professionisti, ma anche bambini, anziani, disabili in una festa dello sport e della solidarietà. A tagliare il traguardo per primo è Gebrehanna Savio, pelle nera come l'ebano, origini etiopi, ma ligure DOC "di Campomorone" e la sua foto sorridente è l'emblema di questa manifestazione solidale.

Negli anni il programma DREAM, nato nel 2002 con lo scopo di rendere accessibile a tutti la cura dell'HIV, si è allargato e oggi il programma si impegna a fornire in Africa un'assistenza sanitaria globale in modo gratuito. In questo tempo di guerra - in cui la crisi ucraina fa sentire le conseguenze anche nel Sud del mondo, con l’aumento del prezzo del carburante e del grano – il programma servira à a contrastare gli effetti della malnutrizione, soprattutto nei bambini.