top of page

"Ho il cuore pieno di gioia. Grazie per questa grande amicizia, capace di abbattere il muro che divide popoli diversi, giovani e anziani, cristiani e musulmani". Con queste parole Franca, 85 anni, ha salutato i presenti alla Festa della Fratellanza Umana, organizzata sabato 4 febbraio, in occasione del quarto anniversario della Dichiarazione di Abu Dhabi, firmata da Papa Francesco e il Grande Imam di Al-Azhar Al-Tayyeb. Su ispirazione del documento è nato nel 2019 il movimento dei giovani della Fratellanza Umana della Comunità Sant'Egidio, che hanno deciso di dedicare questa giornata agli anziani soli del Centro Storico della città, a cui fanno visita da oltre due anni. "Siamo studenti e lavoratori, diversi per religione, cultura e nazionalità - dice Khalifa, gambiano di 25 anni, da 5 in Italia e oggi artigiano parquettista in una ditta genovese - ma uniti dalla consapevolezza di essere fratelli nell'amicizia e nella fede in Dio, che è unico e vuole la pace. Abbiamo voluto accogliere l'invito di questi due grandi leader religiosi che chiedono con insistenza di lavorare insieme per diffondere una cultura di convivenza, di tolleranza e dialogo".

La festa è stata realizzata grazie al supporto del Progetto "Viva gli Anziani".





Comentarios


bottom of page