Cerca

Gli aquiloni dei bambini afghani profughi a Lesbo: un segno di speranza

Si conclude la missione estiva di Sant’Egidio con i profughi dell’isola greca di Lesbo. Non finiscono però il sostegno e la vicinanza ai migranti che restano nell'isola e che vedranno nuove missioni della Comunità nei prossimi mesi. Il volo degli aquiloni nel cielo di Lesbo, l'olivo piantato sulla "collina dei giubbotti", le feste con i minori non accompagnati, le preghiere, i diplomi dei corsi di lingua, sono segni di speranza di un'amicizia che non vuole conoscere confini.

Con i minori non accompagnati

Abbiamo trascorso alcune giornate insieme a tutti i circa 200 minori non accompagnati che vivono in 7 case famiglia sull’isola di Lesbo. Sono giovani dai 12 ai 17 anni provenienti da Afghanistan, Somalia, Siria, Iraq, Congo e Guinea Conakry.


Continua a leggere sul sito santegidio.org