Viene Natale, come una luce nel buio di questo tempo, reso difficile dalla pandemia, un annuncio di speranza rivolto a noi come ai pastori nella notte di Betlemme: «Non abbiate paura: vi porto una buona notizia». Quest’anno, ne abbiamo bisogno più che mai. Sarà un Natale diverso, ma con gli amici di sempre. Lo diciamo a chi è più in difficoltà, a chi è povero e solo, a chi è senzatetto, a chi è anziano e sente il peso dell’isolamento, ai tanti che, forse per la prima volta nella vita, si sono trovati a dover chiedere aiuto, perché impoveriti dalla crisi. La lotta al virus, lo abbiamo capito in questi mesi, si fa anche con la solidarietà. E ci ricorda che, come dice papa Francesco – ci si salva solo insieme. Regaliamo a tutti i più poveri e fragili la gioia del Natale: un pranzo – nei modi che renderà possibile il distanziamento – un regalo. Possiamo farlo, insieme a te. Ogni pranzo donato, ogni regalo, porta un messaggio che fa bene al cuore: non sei solo, non siamo soli.

Se ognuno fa un poco, insieme faremo tanto! 

Guarda la nostra fotogallery

Screenshot (38).png